Firenze alluvione 1966 59 Corso Sott.Carabinieri - anc utilità

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Firenze alluvione 1966 59 Corso Sott.Carabinieri

SCUOLA SOTTUFFICIALI CARABINIERI
59° CORSO 1966-1967

LA SCUOLA DI FIRENZE E MONCALIERI
L'ALLUVIONE DEL 4 NOVEMBRE 1966 PER NON DIMENTICARE



RICORDIAMO IL PASSATO VIVENDO IL PRESENTE PROGETTANDO IL FUTURO


Se non ricordo male, in quell'anno della tragica alluvione che colpì Firenze e tante altre zone d'Italia, a frequentare il 59° corso eravamo 750 carabinieri allievi sottufficiali, alcuni come me, provenienti dal precedente corso di preparazione di Moncalieri (TO).
Questa pagina vuole aiutare a ricordare gli ottimi insegnanti del tempo, i colleghi di corso e tutti coloro che a quel tempo vivemmo gli eventi da protagonisti o semplici spettatori.
Sono passati 44 anni, tanti non sono più vivi, tanti altri sono in pensione, qualcuno ha dimenticato.
Non dimentico gli anni che contribuirono alla mia formazione e mi aiutarono a crescere come uomo.
Io c'ero!
Quel fatidico giorno ero assegnato di servizio alla mensa (io 5 compagnia primo battaglione) insieme ad un collega allievo della quarta compagnia. La mensa si trovava al piano terreno con accesso dal 2 cortile. Le limitrofe cucine erano invece sotto il piano stradale e corrispondevano alla facciata prospiciente la stazione ferroviaria di Santa Maria Novella. Ad un certo momento dalla porta della cucina abbiamo visto entrare acqua a cascata ed in poco tempo le cucine erano allagate. I cucinieri e gli addetti subito sono scappati. Rimanevamo io ed il collega della quarta compagnia il quale bagnandosi fino a sopra le ginocchia raggiungeva la sua compagnia che aveva ingresso dallo stesso cortile poco distante dalle mense. Io, ingenuamente senza rendermi conto del pericolo, anche per non bagnarmi, salii su una delle pedane che galleggiava ed armato di un bastone trovato per caso (vedi foto) incominciai la navigazione trascinato dalla corrente e dal vortice che in poco tempo mi fece fare in giro del cortile una prima volta. Fui fortunato, al secondo giro la pedana passo proprio accanto ad una delle colonne del loggiato zona infermeria e lestamente mi aggrappai alla grondaia arrampicandomi come un gatto fino a pormi in salvo sullo stesso loggiato e da li guadagnarmi la strada per la mia camerata poco distante dall’infermeria. Le foto mi vennero date dopo ed erano state scattate da una delle finestre della quarta compagnia prospiciente il secondo cortile detto. Tutto sommato non ebbi paura (il coraggio dell’incoscienza). L’Arma mise a disposizione tutto ciò che poteva come mezzi ed uomini e noi allievi partecipavamo ai servizi di vigilanza ed alcuni anche a spalare fango. I soccorsi furono abbastanza tempestivi ma fu dura, poca acqua e poco cibo nelle immediate circostanze, cucine da campo vennero approntate ed andò un pochino meglio. Le acque non si ritirano facilmente. Dai balconi vedevamo scorrere fiumi d’acqua che trascinavano auto, mobili ed ogni oggetto piccolo o grande per le strade limitrofe. Una tristezza infinita nel vedere tanta devastazione sia nel corso dell’alluvione che dopo nel vedere le montagne di fango ovunque. Se tornassi indietro non salirei certo sulla improvvisata zattera e andrei col collega tranquillamente verso la quarta compagnia. Ricordo che durante un servizio unitamente ad altro collega in zona duomo vedemmo venirci incontro due belle donne e noi le guardammo mangiandocele con gli occhi eh eh eh solo dopo ci informarono che una era la famosa travestita “la romanina” e ci vergognammo con disgusto ( a quel tempo era ancora reato e forse un po di puritanesimo ah ah ah ah)

naufrago novello Odisseo

Firenze 4 Novembre 1966 cortile di Santa Maria Novella

LA SCUOLA OGGI
 




bassorilievo con figura femminile e stemma Firenze



bassorilievo con figura femminile e stemma Carabinieri


SCUOLISSEA documentazione pdf
LE AVVENTURE DI CASULISSE

SORRIDIAMO INSIEME
La geniale e ironica storia di un CAS qualunque chiamato CASULISSE, (Nessuno, Odisseo, Ulisse).
Grazie all'autore, che non conosco, per avermi fatto ricordare e sorridere ancora oggi a distanza di 44 anni.
p.s. per poter dare il giusto merito all'autore di questa splendida- ironica- odissea, chi lo conoscesse   è pregato di comunicarlo a:
randazzo.antonio@alice.it

Le foto e i contenuti sono tratti dal Numero unico edito dalla Scuola sottufficiali, stampato da Tipolitografia Ramella, al termine del corso nel 1967, non hanno consentito una migliore risoluzione delle immagini



Colonnello Mario Serchi il comandante di allora


IL TEAM INSEGNANTI



























team insegnanti
LA SCUOLA DI FIRENZE E MONCALIERI
L'ALLUVIONE DEL 4 NOVEMBRE 1966 PER NON DIMENTICARE
le avventure di Casulisse
Torna ai contenuti | Torna al menu