De Jeso Quirino pittore - anc provincia Siracusa

Vai ai contenuti

Menu principale:

De Jeso Quirino pittore

Soci provincia Siracusa

De Ieso Quirino padre del  segretario della Sezione Siracusa Mar. De Ieso Valentino

Quirino De Ieso
demiurgo del "retinato"

http://www.galleriaroma.it/Bonaiuto/5/De%20Jeso%20Quirino.htm

" Quirino  De Ieso,nato a San Giorgio La Molara (BN) il 21 Agosto 1926,è vissuto dal 1953 , in Sicilia,a Noto , ed è stato Direttore delle BB.AA. "Giotto" di Modica .
Sin dalla giovanissima età mostra passione per le arti e in particolare per  la pittura e la musica.
Vivendo in campagna, lontano dai centri culturali, per realizzare i suoi sogni è costretto ad affrontare infiniti sacrifici viaggiando tra la sua abitazione e la città di Benevento con tutte le difficoltà presenti all'epoca. Compiuti gli studi medi a Benevento, poiché le condizioni familiari lo permettevano,si trasferisce a Napoli dove s'iscrive al Liceo Artistico. Segue i corsi di Nudo e di Paesaggio presso la locale Accademia di Belle Arti, e frequenta lo studio del pittore Nicola Ciletti.Successivamente s'iscrive alla facoltà d'Architettura. Appassionato di musica, Quirino all'età di 15 - 16 anni segue un corso di pianoforte, di fisarmonica e di violino; segue inoltre anche un corso di recitazione.Nello stesso periodo pratica un'intensa attività sportiva: nuoto, ciclismo, scherma.  Si collocano nel periodo liceale i disegni a matita raffiguranti non solo ritratti ma anche facciate di chiese barocche.
La sua prima mostra Personale alla galleria La Fontanina(Sr,'57),mentre la sua prima Collettiva al Circolodi Cultura " V. Alfieri" di Avola .Per V. Marotta,il critico d'arte che più l'ha seguito, " nello sviluppo artistico  di De Ieso,la suggestione dell'astratto si è presentata piùvolte,ora in ricerche geometricheo formali,che ci ricordano Prampolini o Reggiani..." ; secondo S.Burgaretta "tutti i lavori di De Ieso sono pervasi da un filo conduttore filosofico...." mentre per L. Misuraca " l'Etna è ricorrente nel racconto personale <uomo-paesaggio> condotto dall'artista...." ed A. Ragionieri Lo definisce " un disegnatore eccellente..." e per E. Papa " i suoi disegni si raccomandano per essenzialità,per delicatezza e per solidità di impianto grafico" . Per W. Sorrentino la sua è "una pittura di pensiero,di istanze spirituali..." e per G. Pagani Paolini " è un artista che vive già  sulle soglie del futuro ".
Nel '74 e '75 ha lavorato alla realizzazione di una importante opera murale,che occupa le 4 pareti del salone della canonica attigua alla Chiesa della Rotonda di Noto.Suo è anche
il dipinto raffigurante la Pentecoste,realizzato sulla parete dell'altare  maggiore,nella Chiesa del Sacro Cuore di Noto Alta.
Secondo A. Fortuna,"l'artista per la realizzazione della Pentecoste ha  abbandonato la tecnica del retinato,presente sempre nella sua vasta opera pittorica,come sforzo titanico di mediazione tra l'umano ed il divino" .Nel  suo sessantennale percorso creativo,il demiurgo Quirino,lavorando solo nel  nome dell'unicità dell'arte e sperimentando ,per il suo inquieto
eclettismo,sempre nuove tecniche con il proprio continuo altalenare tra i generi pittorici,si è rivelato un  pittore abbastanza complesso, ma sostanzialmente autonomo e senza alcuna etichettatura " .
Quirino De Ieso è morto a Noto (SR) il 23 Ottobre 2006,all'età di 80 anni .



 
Torna ai contenuti | Torna al menu